Kieu Bich Hau | Canto V, Inferno


Kieu Bich Hau

Dante nella trafficatissima Hanoi con Kieu Bich Hau davanti a un tempio buddista. Kieu Bich Hau è giornalista, narratrice, poeta e nei suoi libri parla della difficile condizione della donna in Vietnam, ricordando quanto da bambina ha sofferto nel vedere sua madre non considerata dalla famiglia perché non aveva avuto figli maschi. È membro dell’Unione degli Scrittori Vietnamiti ed ha un libro di poesie d’amore tradotto in Italiano, The Unknown – Lo Sconosciuto, edito da IQdB.


La terzina è tratta dal Canto V dell'Inferno di Dante Alighieri:


Quali colombe dal disio chiamate

con l’ali alzate e ferme al dolce nido

vegnon per l’aere dal voler portate;


Dante che creò una lingua che non conosceva la paura

Quando ero una ragazza della scuola secondaria che si interessava di letteratura, sentii brevemente mio padre e diversi altri adulti menzionare un personaggio chiamato Dante. A quel tempo, pensavo che fosse un famoso saggio occidentale, quindi le citazioni di Dante erano spesso usate dai vietnamiti in contesti quotidiani. Qua e là la stampa citava anche Dante insieme ad altri poeti di fama mondiale.

Più tardi, quando mi sono interessata di più al mondo letterario, ho imparato che Dante Alighieri era un importante poeta italiano, nato nel XIII secolo. Sono passati molti secoli, ma la sua poesia è ancora letta dagli italiani e tradotta in molte altre lingue del mondo. La gente cerca la poesia di Dante ogni volta che ha bisogno di studiare l'Italia e la lingua italiana. Questo dimostra che Dante ha giocato un ruolo molto importante nella poesia, nella lingua e nell’anima degli Italiani.

In Vietnam, i lettori conoscono soprattutto il capolavoro di Dante - la Divina Commedia. C'è un centro culturale chiamato "La Dante in Hanoi". In quel centro, ogni mese si svolgono conferenze e seminari su Dante, la cultura italiana e la letteratura italiana. I lettori che amano le opere di Dante possono anche trovare i suoi libri di poesie che sono stati tradotti da Nguyen Van Hoan, Hoang Nguyen Chuong, Khuong Huu Dung, Le Tri Vien, Ho Thuong Tuy,... nel centro.

Personalmente, quando leggo Dante, sento chiaramente il grande amore che aveva per la ragazza chiamata Beatrice. Quell'amore era così particolare che non osava avvicinarsi a lei, anzi si allontanava da lei. Ma ha usato l'energia sconfinata prodotta da quell'amore silenzioso per trasformarlo in poesia. Quell'amore è eterno, e anche la sua poesia è eterna. Dal suo amore che si è cristallizzato nella poesia, ho capito che un amore che non porta ad un accoppiamento, anche solo attraverso la fantasia, e la capacità di immaginazione di un'anima ricca, può essere l'amore più intenso, che non ha rivali, eterno in questo mondo mutevole ed effimero.

Quell'amore diede a Dante un potere ineguagliabile. Quel potere ha creato la sua splendida poesia. La sua poesia è un viaggio utopistico attraverso lo spazio e il tempo, per esplorare le estremità dell'universo, per portare le persone a dimensioni sconosciute di vita, per aiutare le persone a superare la paura della morte, con l'energia chiusa dentro di noi, che è l'amore. L'amore di Dante ha trasceso i limiti e le esperienze abituali della vita, ha trasceso lo spazio, il tempo e persino la morte. Un ricco mondo spirituale, una creatività senza limiti è racchiusa da Dante nel più feroce linguaggio poetico, il linguaggio senza paura.


Kieu Bich Hau

The tercet which is taken from Canto V of the Inferno by Dante Alighieri:


Như đôi chim câu theo tiếng gọi của đam mê, Sải thẳng cánh hướng về tổ ấm, Vượt không khí theo niềm hi vọng!

Dante with the power of love in creativity (or you may choose the other title: Dante who created a language that did not know fear)

When I was a Secondary school girl who was interested in literature, I briefly heard my father and several other adults mentioned a character named Dante. At that time, I thought that he was a famous Western sage, so Dante’s quotes were often used by Vietnamese people in daily contexts. Here and there in the press also mentioned Dante along with other world well known poets.

Later, when I became more interested in the literary world, I learned that Dante Alighieri was a prominent Italian poet, who was born in the 13th century. Many centuries have passed, but his poetry has been still read by Italians, and translated into many other languages around the world. People search for Dante poetry whenever they need to study the Italy and Italian languages. Those facts prove that Dante has played a very important role in Italian poetry, language, and spirit.

In Vietnam, readers know the most about Dante's work - Divine Comedy. There is a cultural center called “La Dante in Hanoi”. In that centre, talks and seminars about Dante, Italian culture and Italian literature take place every month. The readers who favour Dante's works can also find his books of poems which were translated by Nguyen Van Hoan, Hoang Nguyen Chuong, Khuong Huu Dung, Le Tri Vien, Ho Thuong Tuy,... in the centre.

Personally, when I read Dante, I clearly feel a great love he had for the girl named Beatrice. That love was so strange that, he dared not approach her, even ran away from her. But he used the boundless energy produced by that silent love to transform into poetry. That love is eternal, and his poetry is also eternal. By his love which was crystallized in poetry, I realized that a love that does not lead to a pairing, only through the imagination, and the ability of exaggeration of a rich soul, can be the most intense love, which is unrivaled, eternal in this ever-changing and ephemeral world.

That love gave Dante an unmatched power. That power created his brilliant poetry. His poetry is an utopian journey through space and time, to explore the ends of the universe, to bring people into unknown levels of life, to help people overcome the fear of death, with the energy available inside us, that is love. Dante's love has transcended the usual limits and frameworks of life, transcended space, time, and even death. A rich spiritual world, limitless creativity is encapsulated by Dante in the fiercest poetic language, the language without fear.


Kieu Bich Hau


43 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti