Verso Europa in Versi con Kim Kooseul

Abbiamo rivolto alcune domande a poetesse e poeti che parteciperanno alla XII edizione del Festival Europa in Versi per provare a conoscerli meglio, ecco cosa ci hanno raccontato:

Quando hai capito che la poesia faceva parte in modo ineludibile della tua vita? Sono cresciuta in un'atmosfera letteraria, soprattutto poetica. Naturalmente, a mia insaputa, tutto ciò che vedo e sento è ciò che ispira la mia sensibilità poetica. All'uomo piace esprimersi in ogni modo possibile. Ogni volta che vedevo o sentivo qualcosa di particolare, volevo esprimermi su di esso. L'istinto poetico era nel profondo del mio cuore, credo. La natura è la radice della mia ispirazione poetica. L'amore per la natura è profondamente legato all'amore umanistico e spirituale. Finché vivrò nel mondo, la poesia sarà con me, ispirando qualcosa di umano e spirituale in ogni momento.


Perché scrivi in poesia? E se non scrivi solo poesia, cosa ti fa propendere a volte sì e a volte no, verso la scelta di questo linguaggio?

La poesia è come l'aria e l'acqua per me. La poesia è una guida per la mia anima e il mio corpo, senza la quale non posso vivere come anima viva in questa vita devastata.

Nel nucleo profondo del mio cuore, sento sempre i suoni dell'aria e dell'acqua, che scorrono dal fondo della mia anima e sfiorano il mio corpo e la mia anima. Questo può essere espresso solo dal linguaggio poetico. Questo è il motivo per cui mi gestisco in questa vita in lotta e anche perché la poesia è più necessaria in quest'epoca di malattia spirituale.


Quale pensi sia il ruolo della poesia oggi?

In un certo senso, soprattutto in un senso materialista del mondo, il futuro dell'umanità non è ottimista. Tuttavia, nella misura in cui manteniamo il valore spirituale dell'essere umano, non è così pessimista. Nel profondo abisso della nostra anima si trova la forte volontà di mantenere la dignità umana e la purezza dell'anima. I poeti sono coloro che cercano incessantemente di trascendere questo mondo, trovando il significato del suono al di là di questo mondo. Nella misura in cui diamo valore al suono del Poeta, troveremo una nuova via alla vita.


In che modo può contribuire a migliorare la nostra società? Te lo chiediamo anche in relazione al tema del festival Europa in versi di quest’anno che è Località e Globalizzazione.

Il tema del festival Europa in Versi di quest'anno, "Località e globalizzazione" è più che appropriato alla situazione attuale. Il territorio, nel vero senso della parola, persegue fondamentalmente qualcosa di globale. Se no, è solo qualcosa di provinciale. Partendo dalla località, i poeti potrebbero incontrarsi e leggere le loro poesie, raggiungendo qualcosa di globale attraverso di essa. La località cerca e canta la natura umana comune al globo. Per questo ci incontriamo e ci piace leggere poesie diverse per lingua e cultura.


Come il poeta trae forza dalla propria “località” per essere universale? E’ possibile anche l’inverso?

La località è solo qualcosa di temporaneo o provinciale, se non ha in sé l'universalità. La località acquista valore solo quando ha l'universalità, cioè qualcosa legato alla natura umana o alla simpatia. Anche l'universalità non fa appello alla località, se non ha in sé qualcosa a cui la località aspira.



Nel passaggio da una lingua all’altra per la poesia si può parlare di traduzione o piuttosto di trasposizione, con sensi e significati che da un sistema culturale all’altro vanno persi, ma anche si aggiungono?

Una lingua è l'anima della nazione, il che significa che ogni lingua ha il suo background culturale e intellettuale. Pertanto, qualcosa potrebbe essere perso, ma anche aggiunto attraverso la traduzione. Ma la comunicazione con diverse lingue fa emergere un'immaginazione letteraria incredibilmente potente. Leggendo e ascoltando poesie di lingue diverse, viviamo una nuova vita con una nuova sensibilità e allo stesso tempo troviamo qualcosa di comune in qualcosa di diverso. Ci aiuta a sperimentare la nostra vita più profondamente e abbondantemente, il che in definitiva contribuisce allo sviluppo della civiltà.


Poesia e prosa: oggi il confine tra i due generi è sempre più labile. Cosa pensi di questa tendenza?

È una tendenza generale che il confine tra poesia e prosa sia sempre più sfumato. È un cambiamento molto naturale e spontaneo che vari desideri di espressione hanno bisogno del mondo dell'arte in questa società rapidamente digitalizzata. Ciò che è importante è come arrivare al livello più desiderabile e migliorato dell'arte.


In che cosa si esplicita per te il proprio del linguaggio poetico?

A prescindere da una nuova tendenza secondo la quale la distinzione tra poesia e prosa si sta confondendo, la lingua poetica, nel vero senso della parola, significa la lingua che commuove ed esalta il nostro cuore e la nostra mente, senza contaminare la vera natura della lingua.


La poesia e le nuove generazioni: poetry slam, cantautori…pensi che la poesia diciamo “tradizionale” possa felicemente contaminarsi con questi generi per interessare ampie fasce della popolazione giovanile?

I vari modi di espressione che si mostrano nelle nuove generazioni sono molto naturali, considerando i cambiamenti delle culture in quest'epoca. Ma a volte la natura della poesia sembra essere contaminata dalla popolazione giovane che cerca troppo la popolarità, nel tentativo di attrarre il pubblico. La "poesia tradizionale" dovrebbe essere aperta nella misura in cui il suo linguaggio non venga contaminato.


Vorresti dedicare una poesia al lago di Como, anche solo immaginando il paesaggio?


Lago di Como!


In piedi sulla riva del lago di Como

Congelato dalla tempesta di neve


Un poeta ricorda il suo sogno

Di bagnarsi nel Gange

Di zero gradi

Gettando il guscio della conoscenza


Sotto la superficie ghiacciata

L'acqua del silenzio che scorre e scorre

Il lago di Como e il Gange

Diventano uno

Mentre l'immobilità sale


Improvvisamente

La luce del sole si riversa sul lago

Un bocciolo di fiore

Che galleggia in superficie


L'acqua sacra che trabocca

Sparge i petali

Verso il cielo


Verso Europa in Versi con Kim Kooseul_EN
.pdf
Download PDF • 76KB

Photo by Milad Fakurian on Unsplash

31 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti