Taeko Uemura | Canto XVII, Purgatorio



Taeko Uemura

Dante in Giapponese letto da Taeko Uemura, che riesce a unire la sua attività di manager a quella di poeta. Da quando aveva vent’anni infatti si occupa dell’azienda del padre, scomparso quando era giovane. È uno dei membri della Japanese Universal Poetry Association. Afferma di comprendere la complessità della Divina Commedia e apprezza l’esistenza del Purgatorio, dove è possibile il pentimento per riscattare gli errori commessi. Nel buddismo, dice, ci sono solo Inferno e Paradiso.


Canto XVII, Purgatorio (vv. 25-51)


Poi piovve dentro a l’alta fantasia

un crucifisso dispettoso e fero

ne la sua vista, e cotal si morìa;


intorno ad esso era il grande Assuero,

Estèr sua sposa e ‘l giusto Mardoceo,

che fu al dire e al far così intero.


E come questa imagine rompeo

sé per sé stessa, a guisa d’una bulla

cui manca l’acqua sotto qual si feo,


surse in mia visione una fanciulla

piangendo forte, e dicea: «O regina,

perché per ira hai voluto esser nulla?


Ancisa t’hai per non perder Lavina;

or m’hai perduta! Io son essa che lutto,

madre, a la tua pria ch’a l’altrui ruina».


Come si frange il sonno ove di butto

nova luce percuote il viso chiuso,

che fratto guizza pria che muoia tutto;


così l’imaginar mio cadde giuso

tosto che lume il volto mi percosse,

maggior assai che quel ch’è in nostro uso.


I’ mi volgea per veder ov’io fosse,

quando una voce disse «Qui si monta»,

che da ogne altro intento mi rimosse;


e fece la mia voglia tanto pronta

di riguardar chi era che parlava,

che mai non posa, se non si raffronta.


Commento

Apprezzo molto l’opportunità offertami di partecipare al progetto commemorativo per il 700esimo anniversario della morte di Dante. Ho letto più volte La Divina Commedia di Dante, tuttavia ogni volta è stato un impegno notevole. Ad essere onesti per noi giapponesi, non è facile da leggere. Conosco bene la barriera linguistica, la mancanza di conoscenza della teologia, la mancanza di conoscenza della mitologia e della filosofia greca, inoltre del background sociale, economico, politico e storico della vita di Dante in Europa e in Italia nel XIII e XIV secolo. Tuttavia, è un'epopea affascinante che va oltre quelle barriere e mi si avvicina. Ho pensato che la magnifica sinfonia, l’ascesa dalla terra al cielo e l’insieme della composizione fosse meravigliosa. Le opere dei pittori e scrittori come Raffaello, Michelangelo, Boccaccio sono state dedicate al mondo della Divina Commedia e sono molto significative. Anche in Giappone crediamo nell’esistenza del Paradiso e dell’Inferno, che deriva dal buddismo, ma non esiste il mondo del Purgatorio. Ho trovato speranza in questo Purgatorio. Mi piacerebbe credere che anche un essere umano imperfetto, insaziabile e avido possa purificare ed espiare i sette peccati capitali, scalare la montagna del Purgatorio e infine essere condotto da Beatrice in Paradiso. Là dove possiamo uscire a riveder le stelle, dice Dante.


Taeko Uemura

ダンテ神曲 煉獄第17歌


ダンテは濃霧の中で水面に浮かぶ泡沫(うたかた)のように

ペルシア王アハシュロスと王妃エステル、アエネアスの婚約者となる

ラウィニアとその母アマタなどの幻影を見ている。

すると天の霊が、

ここを登れと告げる。

第四の環道に登ると夜になった。

ウェルギリウスは、ダンテにこう語る。

自然愛はけっして誤らない、

意識的愛は動機の不純や過不足で

誤ることがある。

愛が人間のあらゆる徳であり、

罰に値する行為の種である。

隣人を踏み台にして優越を狙う者、

権力や名声を失うことを恐れて他人の不幸を愛する者、

不正を蒙り血の復讐に飢える者、

これらの者達はこの環道で前非を悔いた上、

呵責に遭うのだと。


Comment

I’m truly appreciated for offering me a good opportunity to participate in the commemorative Dante project for the 700th anniversary. I read Dante's La Divina Comedia again and again, however time and time I was overwhelmed by this super work. To be honest with us Japanese, it is not easy to read. I am well aware of the language barrier, lack of knowledge of theology, lack of knowledge of Greek mythology and Greek philosophy, furthermore of the social, economic, political and historical background of Dante's life in Europe and Italy in the 13th and 14th centuries. However, it is a fascinating epic that goes beyond those barriers and approaches me. I thought that the magnificent symphony, the spread from the earth to the heavens and the composition was wonderful. The works of the painters and writers Raphael, Michelangelo, Boccaccio and Boccacci, who visualized the world of La Divinina Comedia, are even more intriguing. Japan also has the same concept of thought and religion as heaven, paradise and hell, which came from Buddhism, but there is no world of Purgatorio. I found hope in this Purgatorio. I would like to believe that even an imperfect, inexhaustible, greedy human being can cleanse and atone for the seven deadly sins, climb the mountain of purgatory, and finally be led by Beatrice to heaven. At where we can see the stars in Purgatorio, Dante says.


20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti