• La casa della poesia

Verso il mondo dell'unità: dalla dissociazione di COVID-19


T.S. Eliot, considerato uno dei più grandi scrittori del XX secolo fu fortemente influenzato da Dante Alighieri. "Quando nel 1949 fu chiesto ad Eliot in un’intervista quale fosse il suo periodo preferito della letteratura italiana, rispose:" Dante, e poi, Dante, e poi Dante. Nessuno ha avuto una maggiore influenza su di me di Dante. "Eliot ha cercato “l’unità” attraverso la sua teoria e pratica letteraria in un mondo di contraddizioni e divisioni. Alla fine trovò l'ideale "unità" in Dante e anche il suo periodo letterario. Le opere di Dante mostrano le caratteristiche della poetica dell'unità, in cui non c'è disparità tra sentimento e pensiero, soggetto e oggetto, materia e mente. La poetica di Dante potrebbe applicarsi al possibile olismo del mondo. Dal punto di vista dell'ecosistema del globo, implica anche un problema critico, incentrato sul primo principio dell'ecocritica, "Tutto è collegato a tutto il resto". Questo tipo di consapevolezza alla fine potrebbe aiutare a vivere una vita felice e sana nel mondo. Ma in questo mondo, sfortunatamente, ora siamo divisi da noi stessi, dalla società e dal mondo.

Ora siamo minacciati dal COVID-19 in ogni Paese. Perfino l'Italia, la terra di Dante, la cui unità senza divisione è stata stimata da Eliot e da molti scrittori della storia letteraria, combatte COVID-19. Ma la poesia è come l'aria e l'acqua, che ci danno vita. Nella storia, la poesia, o mente poetica, ha svolto un ruolo fondamentale in molti diversi livelli di crisi. Soprattutto, l'Italia, con le sue nobili e geniali intuizioni, come testimoniano la Divina Commedia di Dante e il Decamerone di Giovanni Boccaccio, che profeticamente avvertiva di questa piaga nel 14 ° secolo, può sicuramente superare questa pandemia. L'intuizione e la profezia accompagneranno il loro autocontrollo e la loro soluzione e aiuteranno a creare un'unità della persona, della società e del mondo.

A questo punto, invio una poesia, miei cari amici, sperando che vi dia conforto e speranza a voi in difficoltà.


Kooseul Kim

Gli uccelli volano e i fiori sbocciano: nel luogo in cui COVID-19 se n’è andato

di Kooseul Kim

La terra è dove la verità lasciata dagli uomini

mantiene sempre il suo posto

Dai luoghi in cui il Virus passava sul flusso di lamenti soffocati

Come il globo è un grande alveare con molte celle

ove alberga la vita

Crolla lentamente quando si fa del male agli altri

Come una processione in cammino per imparare cos’è la morte

Tra le maschere bianche che camminano immobili

I vivi cadono uno ad uno

Come una ghirlanda sfiorita

Come se essere vivi da soli fosse troppo per loro

Tutti, trattenendo il respiro in perfetto silenzio

Accennano un sorriso ai sopravvissuti

E guardano i petali di magnolia caduti in un attimo

È l'infelicità che sta crescendo

È la felicità che si mantiene viva

Ogni giorno, più l’infelicità cresce

Più si avvicina alla felicità in ogni istante

Non c'è distinzione tra gli abissi delle tenebre e della luce:

Come attraverso l'abisso più profondo dell'oscurità filtra la luce

L'abisso dell'infelicità raggiunge quello della felicità:

Così nell'abisso più profondo dell'infelicità si trova la felicità

Ogni momento, anche nell'oscurità, brama il sole

Come i luoghi in cui sono caduti i petali dei fiori diventano verdi

Dove la notte termina nel cielo profondo

Dove sono andati i morti

Gli uccelli volano e i fiori sbocciano

Amici miei, ribellatevi senza tregua e resistete!

Kim Kooseul, nata a Jinhae, nella parte meridionale della Corea, si trasferì a Seul all'età di 8 anni.

È poetessa e professoressa emerita di letteratura inglese all'Università di Hyupsung. Ha conseguito il dottorato di ricerca (letteratura inglese) presso la Korea University, in Corea. È stata preside del College of Humanities and Social Science, nonché preside della Graduate School, Education, Art, Hyupsung Univ. È stata una Visiting Scholar all'UCLA.

Ha ricevuto insegne dall'Associazione degli scrittori del Vietnam per la causa del Vietnam’s Literature and Arts nel 2019. Ha conquistato l’Hongjae (pseudonimo del 22 ° re di Chosun Dynasty) Literary Grand Prize (2018) e Suwon Literary Prize (2018).

Attualmente è presidente del comitato di revisione del premio letterario internazionale Changwon KC, Vice Presidente Comitato Organizzatore del Premio Letterario Internazionale Changwon KC e Presidente del Comitato organizzatore del KS World Poetry Festival. Attualmente sta anche contribuendo alla "Kim Kooseul Column" sul Kyunggi Newspaper e alla English Translation of Korean Poetry al trimestrale Suwon Literature.

Attualmente è Advisor, Society of East-west Comparative Literature, Vice Presidente, Society of East –west Comparative Literature, Advisor, T.S. Eliot Society of Korea. È stata presidente di T.S. Eliot Society of Korea e Baeksong Literary Society.

Come poetessa e studiosa di letteratura inglese, ha prodotto un notevole corpus di opere letterarie tra cui Lost Lane, 21st T.S. Eliot, T.S. Eliot’s Poetry, Society, Art, Completed Poetry of W.B. Yeats, Understanding Modern English Poetry, and T.S. Eliot and the Philosophy of F.H. Bradley.

Le sue poesie sono state tradotte in diverse lingue, tra cui inglese e giapponese e rumeno.


For the english version click here



0 visualizzazioni

©2019 Engineering by Alessandra Corbetta

 

Associazione culturale "La Casa della Poesia di Como" - Via Torno 8 - 22100 Como (CO) - CF 95102700135​

+39 371.1092926 - lacasadellapoesiadicomo@gmail.com

Privacy & Cookies Policy - Note Legali - Contributi e sovvenzioni